Trovare la solidarietà tra le pagine di un libro

Libri Liberi

di

Paola Bianchi

 

Trovare la solidarietà tra le pagine di un libro

 

libriliberi

 

Bologna è sicuramente una città in cui si respira cultura.

Anna Hilbe ha ideato un progetto grazie al quale una particolare libreria mette a disposizione i libri, senza venderli.

Chi desidera un testo può prenderlo, fino ad un massimo di tre libri.

Fondamentali sono ovviamente le donazioni di chi, volendo disfarsi di vecchie letture per un qualsiasi motivo, invece di gettarle le regala a qualcun altro in grado di apprezzarle.

Libri Liberi situata in Via San Petronio Vecchio, ha al momento circa duemila volumi e l’uscita e l’entrata delle varie opere è regolamentata dal lavoro di volontari amanti della letteratura.

Chi prende un libro non ha l’obbligo, come accade in biblioteca, di restituirlo, né tantomeno di donarne un altro.

Il progetto va avanti ormai da due anni e la libreria è sempre più frequentata, da ogni genere di lettori, di varie nazionalità.

Un altro esempio di come la passione per la lettura e per la scrittura possa unire le persone ed evidenziare le migliori qualità come, in questo specifico caso, la solidarietà.

Anna Hilbe è conosciuta anche per essere stata una delle fondatrici della storica libreria delle donne, sempre a Bologna.

Pubblicato da librieemozioni

Romana di nascita, ma cittadina del mondo, Paola Bianchi è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e insegna lingue e materie letterarie, oltre a lavorare come correttrice di bozze e traduttrice. Appassionata di tutto ciò che ruota intorno ai libri ha un proprio blog, www.librieemozioni.altervista.com, che considera un salotto aperto agli amanti della scrittura e della lettura, e ha fondato a Civitavecchia, dove vive, un Club Letterario. Attualmente scrive per il Magazine Caffebook e ha già pubblicato numerosi articoli anche per giornali locali. Il saggio “La Figura del Vampiro dalle origini ai nostri giorni, nelle opere di Anne Rice e Joseph Sheridan Le Fanu” come il romanzo breve “Giochi di luna”, e “Finzione o realtà?” racconto pubblicato in e-book nella raccolta “Raccontami una Storia”, rispecchiano la sua passione per il genere horror, a cui si affiancano anche quello fantasy e thriller.