Recensione de “Il Profumo del Sud” di Linda Bertasi

Che profumo ha il sud? Avvolgente fragola e fresco gelsomino, il profumo di Anita, la protagonista del romanzo di Linda Bertasi, personaggio giovane, appassionato e caparbio.

Fonte: www.amazon.it
Fonte: www.amazon.it

Una sconvolgente rivelazione e una nuova identità aprono la storia, dando il via a un’avventura lunga una vita ricca di colpi di scena e imprevisti.

Un racconto che collega due mondi, il Nuovo, con le immense distese del Sud e le candide piantagioni di cotone, e l’Italia, con la sua arte e i suoi scorci meravigliosi.

“Il Profumo del Sud” è una storia di opposizioni e contrasti, in cui sullo sfondo di una travagliata storia d’amore, l’autrice intreccia eventi propri del secolo diciannovesimo, accendendo i riflettori su situazioni allora comuni e oggi, in parte, superate.

Le ideologie nordiste e sudiste dividono i personaggi del libro, proponendo una lotta politica che nel tempo ha solamente cambiato nomi e bandiere, la schiavitù e il riscatto del popolo nero tratta il tema purtroppo perenne del razzismo, e l’affermazione della figura femminile che deve lottare ogni giorno per non essere assoggettata alla prepotenza maschile, assume oggi connotazioni spesso cruente e scioccanti che hanno radici profonde difficili da estirpare.

Il romanzo di Linda Bertasi è, alla luce di ciò, sì un romanzo storico, ma per gli aspetti trattati anche una storia attuale, in cui è facile trovare similitudini e collegamenti tra i nostri tempi e il periodo in cui è ambientato “Il Profumo del Sud”.

L’autrice ha una scrittura fluida e non ampollosa, e non si abbandona a ridondanti manierismi a volte propri dei romanzi storici, che rischiano di appesantire inutilmente il racconto. La lettura risulta quindi scorrevole e piacevole e il lettore non deve far altro che sbirciare in un passato non troppo lontano, lasciandosi catturare dalle pagine appassionate in cui, sapientemente, si alternano guerra, amore, vendetta, rivincita, vita.

Un racconto ricco di crinoline, corpetti e ombrellini, destrieri, nobili e schiavi; un romanzo che ho letto davvero con piacere e che vi consiglio di non perdere.

Paola Bianchi

 

Il Profumo del Sud

Linda Bertasi

AUTORE COMMENDEVOLE AL VII PREMIO LETTERARIO EUROPEO “MASSA CITTA’ DI MARE E MARMO”

Pag. 308

 

Recensioni , ,

Informazioni su librieemozioni

Romana di nascita, ma cittadina del mondo, Paola Bianchi è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e insegna lingue e materie letterarie, oltre a lavorare come correttrice di bozze e traduttrice. Appassionata di tutto ciò che ruota intorno ai libri ha un proprio blog, www.librieemozioni.altervista.com, che considera un salotto aperto agli amanti della scrittura e della lettura, e ha fondato a Civitavecchia, dove vive, un Club Letterario. Attualmente scrive per il Magazine Caffebook e ha già pubblicato numerosi articoli anche per giornali locali. Il saggio “La Figura del Vampiro dalle origini ai nostri giorni, nelle opere di Anne Rice e Joseph Sheridan Le Fanu” come il romanzo breve “Giochi di luna”, e “Finzione o realtà?” racconto pubblicato in e-book nella raccolta “Raccontami una Storia”, rispecchiano la sua passione per il genere horror, a cui si affiancano anche quello fantasy e thriller.

Precedente Recensione di “Esistenza negata – Ophelia le vite di una ghost writer” di Stefania Romito Successivo Il 7 settembre tutti al Festival di Mantova.

3 thoughts on “Recensione de “Il Profumo del Sud” di Linda Bertasi

  1. Linda il said:

    Grazie infinite per questa bella recensione felicissima che ti sia piaciuto <3

    • librieemozioni il said:

      Linda grazie a te, felice di aver scoperta un’altra bravissima scrittrice italiana!

I commenti sono chiusi.