Pablo Neruda: aspettando i risultati dell’esame autoptico

Pablo Neruda, decesso naturale o assassinio?

 

neruda

 

Libri e Emozioni ha ricordato il 30 aprile Pablo Neruda, inserendo all’interno di “Sabato in poesia” la sua “Se tu mi dimentichi”.

Oggi torniamo a parlare di questo grande poeta morto nel 1973, in quanto il 26 aprile la sua salma è finalmente, tornata a casa, ed è stata sepolta nel giardino della sua abitazione.

La sua casa, tanto amata dal vincitore del Premio Nobel per la letteratura, è oggi un museo ed è situata nell’Isla Negra in Cile.

Neruda morì dodici giorni dopo il noto golpe, quindi si è reso necessario scoprire se il poeta fosse morto di morte naturale, o se invece fosse stato ucciso dagli agenti delle Stato della dittatura. La salma di Neruda è stata riesumata addirittura tre anni fa, per stabilire, appunto, le effettive cause del decesso.

I risultati degli esami verranno rivelati proprio in questo mese.

Ricardo Lagos Weber, Presidente del Senato, durante la cerimonia che il Parlamento ha indetto per rendere onore al celeberrimo autore, ha definito Neruda “parte della nostra storia: con le sue parole ci ha aiutato a capire meglio chi, e come, siamo i cileni”.

Paola Bianchi

Pubblicato da librieemozioni

Romana di nascita, ma cittadina del mondo, Paola Bianchi è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e insegna lingue e materie letterarie, oltre a lavorare come correttrice di bozze e traduttrice. Appassionata di tutto ciò che ruota intorno ai libri ha un proprio blog, www.librieemozioni.altervista.com, che considera un salotto aperto agli amanti della scrittura e della lettura, e ha fondato a Civitavecchia, dove vive, un Club Letterario. Attualmente scrive per il Magazine Caffebook e ha già pubblicato numerosi articoli anche per giornali locali. Il saggio “La Figura del Vampiro dalle origini ai nostri giorni, nelle opere di Anne Rice e Joseph Sheridan Le Fanu” come il romanzo breve “Giochi di luna”, e “Finzione o realtà?” racconto pubblicato in e-book nella raccolta “Raccontami una Storia”, rispecchiano la sua passione per il genere horror, a cui si affiancano anche quello fantasy e thriller.