Omaggio a Fogazzaro nell’anniversario della sua nascita

fogazzaro

Antonio Fogazzaro (Vicenza, 25 marzo 1842Vicenza, 7 marzo 1911) è stato uno scrittore e poeta italiano.

Fu nominato senatore del Regno d’Italia nel 1896. Dal 1901 al 1911 fu più volte tra i candidati al Premio Nobel per la letteratura, che tuttavia non vinse.

Antonio scriverà di sé stesso: «Dicono che sapessi leggere prima dei tre anni, che fossi un enfant prodige, antipatico genere. Infatti ero poco vivace, molto riflessivo, avido di libri. Mio padre e mia madre mi istruivano con grande amore. Avevo un carattere sensibile, ma chiuso».

Leggevo poi malissimo, in fretta e furia, disordinatamente […] Il mio libro prediletto erano le Mémoires d’Outre-tombe del Chateaubriand. Andavo pazzo dell’autore; m’innamoravo fantasticamente di Lucile del Chateaubriand, come più tardi mi innamorai di Diana Vernon, un’eroina di Walter Scott».

Scrive modeste poesie d’occasione, conservate in un suo quaderno e in lettere familiari, come una Campana a stormo, del 1855, o La Rassegnazione, del 1856 e il giornale Universo ne pubblica alcune nel 1863: si ricordano Campana del Mezzogiorno, Nuvola, Ricordanza del Lago di Como; si laurea nel 1864 con voti modesti.

Opere

1863 – Una ricordanza del Lago di Como, Vicenza, Paroni, (pubblicazione per le nozze Scola-Patella)

  • 1865 – Albo veneziano: San Marco, Barcarola, Lido, Serenata, Vicenza, Longo, (pubblicazione per le nozze Clementi-Marchesini)
  • 1868 – A mia sorella. Ode, (pubblicazione per le nozze Fogazzaro-Danioni)
  • 1870 – Discorso tenuto al Teatro Olimpico per la dispensa dei premi agli alunni delle scuole serali civiche e rurali, Vicenza, Paroni
  • 1871 – Najadi: 1. Al fonte, 2. Nel lago, Vicenza, Burato, (pubblicazione per le nozze Casalini-Barrera)
  • 1872 – Dell’avvenire del romanzo in Italia, Vicenza, Burato, discorso
  • 1874 – Miranda, Firenze, coi tipi dei succ. Le Monnier, poemetto in versi; nuova edizione a cura di Daniela Marcheschi, Bologna, Nuova S1, 2008
  • 1876 – Valsolda, Milano, Brigola, raccolta di liriche dedicate al comune omonimo del comasco
  • 1881 – Malombra, Milano, Brigola, romanzo
  • 1885 – Daniele Cortis, Torino, F. Casanova, romanzo
  • 1887 – Fedele e altre novelle, Milano, Galli, racconti
  • 1888 – Il mistero del poeta, Milano, Galli, romanzo
  • 1895 – Piccolo mondo antico, Milano, Galli, romanzo
  • 1898 – Discorsi, Milano, Cogliati, saggio
  • 1898 – Scienza e dolore. Discorso letto il 22 maggio 1898 nel Regio istituto veneto di scienze, lettere ed arti, Venezia, Tip. Ferrari, saggio
  • 1901 – Il dolore nell’arte, Milano, Baldini Castoldi Dalai Editore, saggio
  • 1901 – Piccolo mondo moderno, Milano, Hoepli, romanzo
  • 1905 – Il Santo, Milano, Baldini & Castoldi, romanzo
  • 1910 – Leila, Milano, Baldini & Castoldi, romanzo

Nei primi mesi del 2011, in occasione del centenario della morte dello scrittore, è stato aperto uno scatolone donato alla Biblioteca civica Bertoliana di Vicenza nei primi anni sessanta contenente tutti i taccuini e i diari di Fogazzaro che per disposizioni testamentarie doveva essere aperto proprio in questo anno.

Onorificenze

Commendatore dell’Ordine della Corona d’Italia

 

Cavaliere dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

 

 

 

 

Pubblicato da librieemozioni

Romana di nascita, ma cittadina del mondo, Paola Bianchi è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e insegna lingue e materie letterarie, oltre a lavorare come correttrice di bozze e traduttrice. Appassionata di tutto ciò che ruota intorno ai libri ha un proprio blog, www.librieemozioni.altervista.com, che considera un salotto aperto agli amanti della scrittura e della lettura, e ha fondato a Civitavecchia, dove vive, un Club Letterario. Attualmente scrive per il Magazine Caffebook e ha già pubblicato numerosi articoli anche per giornali locali. Il saggio “La Figura del Vampiro dalle origini ai nostri giorni, nelle opere di Anne Rice e Joseph Sheridan Le Fanu” come il romanzo breve “Giochi di luna”, e “Finzione o realtà?” racconto pubblicato in e-book nella raccolta “Raccontami una Storia”, rispecchiano la sua passione per il genere horror, a cui si affiancano anche quello fantasy e thriller.