Maddalena Migani ci spiega che cos’è il CROWFUNDING e ci presenta in anteprima il suo libro

Rimini(4)

Ciao a tutti, mi presento: mi chiamo Maddalena Migani, da più di dieci anni avevo nel mio computer un libro e dei testi a  cui tenevo molto, ho provato a pubblicarlo con una casa editrice che diceva di puntare sugli scrittori emergenti, gli ho mandato il testo e loro, dopo aver lodato il testo e le  ambientazioni della storia, mi hanno proposto la pubblicazione  pagando e neanche poco, poco dopo ho conosciuto la possibilità di pubblicarlo in crowdfunding e mi è sembrata una buona idea…

Con questo sistema i lettori, dopo aver letto l’anteprima gratuita, acquistano il libro in anticipo micro – finanziando così la pubblicazione.

Insomma i lettori diventano come dei piccoli produttori che acquistano una o anche più copie del libro, perché è piaciuta l’anteprima, lo stile , la storia… o per amicizia con l’autore.

I soldi non vengono prelevati dai conti correnti fino a che la campagna non ha raggiunto il goal: tipicamente i 2000 €.

Se la campagna non raggiunge questa quota entro la sua scadenza non viene prelevato nulla dai conti correnti.

La mia campagna ha raggiunto il 29% del suo goal e le mancano ancora 25 giorni prima di estinguersi.

Il link dove scaricare l’anteprima è

https://bookabook.it/projects/isabel-con-un-po-di-poesia-e-tanta-ironia/

 

Questa storia si ambienta in quel tempo dorato che si trova tra i venti a i trent’ anni, dove se le condizioni al contorno sono buone quanto basta, il mondo lo senti Tuo: finendo di studiare, senza ancora figli da accudire e un’energia interna che esplode in maniera esuberante, un’età in cui ci sono quasi tutti i fascini dell’essere adulti con solo l’idea dei suoi doveri.

La libertà fa un po’ male e fa paura  e le ragazze di questo libro risolvono questa paura con ironia e tanta goliardia!

Isabel è una ragazza di venticinque anni che vive in provincia di Rimini nei primi anni del ventunesimo secolo.

Isabel deve riuscire a superare il lutto per la perdita del suo grande e breve amore, non perché morto ma perché scomparso nel nulla, spaventato dalla sua passionalità.

Nel suo anno di “lutto” Isabel sarà circondata da amiche salvifiche e favolose, che si divertiranno con lei per esorcizzare assieme la paura di crescere e diventare adulti.

E la storia dove è ambientata? Beh, a Rimini, non quella celebrata nel film di Ligabue (a proposito, Luciano eri molto meglio quando scrivevi canzoni), né quella evocata nelle nostalgie di Fellini, e neanche la Rimini delle vacanze al mare tra straniere in cerca di latin lover e vitelloni mai di moda ma sempre in voga.

E’ un’altra la città di cui parleremo, quella della gente che la ama più d’inverno o in autunno, che non nelle sue chiassose estati; quella di gente che, nonostante:

-le barbariche invasioni d’agosto,

-il neo-brutalismo romagnolo (stile architettonico in voga soprattutto sulla fascia costiera),

-il clima da ignoranti arricchiti,

-l’appiattimento delle fasce sociali (di norma tre: i ricchi, i finti ricchi e quelli che se la passano male davvero)

-le speculazioni edilizie nell’entroterra,

-il pessimo gusto dirompente,

cerca di far di questo posto un luogo, e prova a viverci, a creare magia e talvolta follia, dove di solito non trovano posto.

Il libro è ambientato  a Rimini all’inizio degli anni 2000, parla di gioventù e amicizia fra ragazze..

Pubblicato da librieemozioni

Romana di nascita, ma cittadina del mondo, Paola Bianchi è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e insegna lingue e materie letterarie, oltre a lavorare come correttrice di bozze e traduttrice. Appassionata di tutto ciò che ruota intorno ai libri ha un proprio blog, www.librieemozioni.altervista.com, che considera un salotto aperto agli amanti della scrittura e della lettura, e ha fondato a Civitavecchia, dove vive, un Club Letterario. Attualmente scrive per il Magazine Caffebook e ha già pubblicato numerosi articoli anche per giornali locali. Il saggio “La Figura del Vampiro dalle origini ai nostri giorni, nelle opere di Anne Rice e Joseph Sheridan Le Fanu” come il romanzo breve “Giochi di luna”, e “Finzione o realtà?” racconto pubblicato in e-book nella raccolta “Raccontami una Storia”, rispecchiano la sua passione per il genere horror, a cui si affiancano anche quello fantasy e thriller.