Auguriamo Buon Compleanno al Papà di Tarzan

Edgar Rice Burroughs nacque il 1° settembre 1875 a Chicago e morì a Encino il 19 marzo 1950.

Fonte: tarzan.org
Fonte: tarzan.org

Lo scrittore statunitense è noto per la serie di romanzi che vedono protagonista il personaggio di Tarzan.

Non fu certo uno studente modello e nella sua vita vari furono i mestieri che svolse per sbarcare il lunario: lavorò infatti come poliziotto ferroviario, minatore, cercatore d’oro, negoziante in un drugstore, venditore di temperini, venditore ambulante di dolciumi, cow boy ed anche contabile, a dimostrazione di una perenne insoddisfazione che era, specie in quegli anni, una sua caratteristica.

Nel 1912, amareggiato e sull’orlo del suicidio a causa dei numerosi insuccessi professionali, realizza un romanzo d’avventura di genere fantascientifico: Sotto le lune di Marte (Under the Moons of Mars, pubblicato anche come A Princess of Mars). Neanche stavolta però l’autore è sicuro di sé, tanto che non firma il manoscritto col proprio nome, ma sceglie lo pseudonimo di Normal Bean (“Tipo Qualsiasi”).

Il romanzo, che costituisce il primo libro di una fortunata serie di ben undici volumi (fino al 1943), narra le avventure vissute sul pianeta Marte dal capitano John Carter; serializzato in sei puntate sulla rivista The All-Story, ottiene un successo immediato e, appunto, imprevisto da parte dell’autore.

Fonte: picklick.ca
Fonte: picklick.ca

Il suo Tarzan delle Scimmie (Tarzan of the Apes), che – pubblicato per la prima volta nel 1914 – diviene in breve un clamoroso bestseller in tutto il mondo conquistando la fantasia ed il favore di un pubblico eterogeneo e di tutte le età. È l’erede di Mowgli, il “figlio dei lupi” ideato da Kipling nei suoi due Libri della Giungla, sarebbe presto divenuto uno degli eroi più famosi di tutti i tempi, tanto che Burroughs gli dedicherà un ciclo narrativo che conta ventotto libri, tradotti in più di 50 lingue, almeno trenta film e una lunga serie di fumetti, telefilm e cartoni animati.

La sua fortuna economica crescerà tanto da permettergli di fondare una propria casa editrice – la Edgar Rice Burroughs, Inc.

Due città, una in California e l’altra nel Texas, verranno battezzate rispettivamente Tarzana e Tarzan in onore del suo personaggio più famoso.

Paola Bianchi

Omaggi

Informazioni su librieemozioni

Romana di nascita, ma cittadina del mondo, Paola Bianchi è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e insegna lingue e materie letterarie, oltre a lavorare come correttrice di bozze e traduttrice. Appassionata di tutto ciò che ruota intorno ai libri ha un proprio blog, www.librieemozioni.altervista.com, che considera un salotto aperto agli amanti della scrittura e della lettura, e ha fondato a Civitavecchia, dove vive, un Club Letterario. Attualmente scrive per il Magazine Caffebook e ha già pubblicato numerosi articoli anche per giornali locali. Il saggio “La Figura del Vampiro dalle origini ai nostri giorni, nelle opere di Anne Rice e Joseph Sheridan Le Fanu” come il romanzo breve “Giochi di luna”, e “Finzione o realtà?” racconto pubblicato in e-book nella raccolta “Raccontami una Storia”, rispecchiano la sua passione per il genere horror, a cui si affiancano anche quello fantasy e thriller.

Precedente Ricordiamo Tommaso Labranca recentemente scomparso Successivo Recensione di “Esistenza negata – Ophelia le vite di una ghost writer” di Stefania Romito