Angelo Azzurro ci apre le stanze del suo cuore

Recensione di “Giulietta – Le mie stanze del cuore” di Angelo Azzurro

Fonte: dasolo.org
Fonte: dasolo.org

“Giulietta- Le mie stanze del cuore” è un breve romanzo rosa di Angelo Azzurro, molto coinvolgente e delicato.

Lo stile è notevole. L’autrice sa veramente scrivere, non riempie fogli di carta a casaccio con frasi ad effetto prive di spessore, e quando hai questa abilità, quando riesci con poche parole a descrivere una situazione o un ambiente, e a delineare un personaggio, puoi scrivere davvero di tutto.

Il racconto tratta la vita sentimentale della protagonista, Giulietta appunto, una ragazza sensibile che cerca di non piegarsi al destino, compiendo scelte anche sbagliate, ma che affermano la sua esistenza e il suo amore per la vita.

Molte le citazioni tratte da “Giulietta e Romeo” di William Shakespeare, pienamente giustificate ai fini della storia e del personaggio, e non usate in modo tedioso o stantio.

La Giulietta di Angelo Azzurro tuttavia, poco ha a che fare con l’innocente innamorata shakesperiana, se non la passione che alberga nel suo cuore mentre cerca di capire come riconoscere il vero amore.

Giulietta è una donna comune, con una storia comune; una situazione claustrofobica da cui fuggire e nuovi orizzonti da esplorare. È un personaggio che ci cattura mettendoci a parte delle sue speranze e dei suoi dubbi, delle sue gioie e delle sue delusioni, che non sono in realtà così lontane da quello che la maggior parte di noi ha sperimentato sulla propria pelle, almeno una volta nella vita.

Tre uomini e un’amica sono i coprotagonisti della storia, elementi essenziali ai fini dello sviluppo delle varie vicende. Ognuno di loro incarna una caratteristica propria dell’essere umano: amore, rispetto, amicizia, superficialità, e in questa tavolozza dalle tante sfumature, non sarà facile per Giulietta fare la scelta giusta.

Ci riuscirà? Vi invito a scoprirlo leggendo “Giulietta – Le mie stanze del cuore”, per conoscere la meritevole fantasia di una scrittrice romantica, che ama il mare e sogna un mondo in cui, alla fine, ci sia la possibilità di un riscatto.

Paola Bianchi

Recensioni , ,

Informazioni su librieemozioni

Romana di nascita, ma cittadina del mondo, Paola Bianchi è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e insegna lingue e materie letterarie, oltre a lavorare come correttrice di bozze e traduttrice. Appassionata di tutto ciò che ruota intorno ai libri ha un proprio blog, www.librieemozioni.altervista.com, che considera un salotto aperto agli amanti della scrittura e della lettura, e ha fondato a Civitavecchia, dove vive, un Club Letterario. Attualmente scrive per il Magazine Caffebook e ha già pubblicato numerosi articoli anche per giornali locali. Il saggio “La Figura del Vampiro dalle origini ai nostri giorni, nelle opere di Anne Rice e Joseph Sheridan Le Fanu” come il romanzo breve “Giochi di luna”, e “Finzione o realtà?” racconto pubblicato in e-book nella raccolta “Raccontami una Storia”, rispecchiano la sua passione per il genere horror, a cui si affiancano anche quello fantasy e thriller.

Precedente Con "Suitcase di Libri" portiamo con noi una valigia piena di libri Successivo Club Letterari solo per uomini: libro batte pallone 1-0